top of page

NORMOIDRATAZIONE, MARKER DELLA SALUTE, DEL BENESSERE E DEL BELLESSERE, TEST PER COMPRENDERNE L’ANDAMENTO

Di Chiara De Nigris DSM & Claudio Suardi, MFS


La normoidratazione rappresenta l’equilibrio tra acqua totale e dell’organismo e della sua distribuzione nei comparti intra e extra cellulari.

La normoidratazione modula il corretto scambio sodio / potassio e il buon funzionamento delle membrane cellulari. Se l’allenamento è eccessivo e mal sopportato, stress, alimentazione squilibrata, portano ad aumento della ritenzione idrica. Espedienti come “acqua che elimina l’acqua”, diuretici, saune, ecc. otterranno solo l’effetto di disidratazione globale senza l’eliminazione della causa (andare sull’effetto, ritenzione e non sulla causa). Quando aumenta ECW (infiammazione) si è probabilmente in una situazione di acidosi tissutale con relativa variazione del pH extracellulare.



 

PESO CORPOREO

 

MASSA GRASSA

(FM)

 

MASSA MAGRA (FFM)

 

MASSA GRASSA

(FM)

 

MASSA INTRACELLULARE (BCM)

 

MASSA EXTRACELLULARE (ECM)

 

MASSA GRASSA

(FM)

 

ACQUA INTRACELLULARE (ICW)

POTASSIO (K) intracellulare

 

AUMENTO DI ACQUA EXTRACELLULARE (ECW)

SODIO (Na)

 

 

 

 Le cellule presentano una caratteristica comune, che vede una composizione acida all'interno del nucleo, caricata positivamente e, nel citoplasma, una composizione alcalina caricata negativamente. La cellula presenta un nucleo, a carica positiva e acido e il citoplasma, a carica negativa e basico.

 

AMBIENTE INTRACELLULARE (NUCLEO) a carica POSITIVA e ACIDO

 


 

 

 

CITOPLASMA a carica NEGATIVA e BASICO

 

Gli squilibri momentanei del pH sono dovuti principalmente a fattori come eccessivo apporto di acidi con gli alimenti, scarsa trasformazione e neutralizzazione degli acidi stessi, mancanza di vitamine o minerali, stato di affaticamento e/o scarsa ossigenazione dei tessuti dovuta a vita sedentaria o piena di eccessi. Lo stress è un segnale d’allarme del corpo che si attiva per proteggerci dai pericoli e tende ad aumentare l’acidosi presente nell’organismo. Lo stress psicologico continuo crea costante secrezione di cortisolo, che facilita l’aumento di peso e incrementa l’accumulo di zucchero nel sangue che potrebbe causare a sua volta insulino resistenza ediabete. Il cortisolo, in particolare, agisce liberando zuccheri dai depositi di fegato e muscoli scomponendo le proteine muscolari per creare altro glucosio. L’adrenalina e il cortisolo, ormoni dello stress, aumentano il rilascio di acidi.

 

 

SINTOMI ASSOCIATI AD ACIDOSI TISSUTALE

 

Stanchezza cronica, disturbi del sonno, sonnolenza di giorno, dolori muscolari e articolari, irritabilità, alterazione flora intestinale, stress, cellulite, ritenzione idrica, oltre a creare problemi come osteoporosi, sarcopenia, crampi muscolari, aumentata sensibilità alle allergie, infiammazioni frequenti.

 

 

QUESTIONARIO RELATIVO A SINTOMI COLLEGATI

AD ACIDOSI METABOLICA

 

Stanchezza cronica

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Disturbi del sonno

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Sonnolenza di giorno

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Dolori muscolari / articolari

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Infiammazioni frequenti

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Irritabilità

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Cattiva digestione / gonfiore

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Cellulite

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Ritenzione idrica

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Crampi

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Totale

 

 

 

 

 

 

 

 

Date

1

2

3

4

 

Questo questionario deve servire per individuare eventuali sintomi collegati ad acidosi metabolica. Nel caso di almeno due risposte affermative si può ipotizzare soggetto non in fisiologia e in acidosi. Controllando e ripetendo il test si è in grado di controllare tutte le evoluzioni relative agli accorgimenti eseguiti (cambiamenti relativi ad allenamento e alimentazione).

 

Esempio:

Stanchezza cronica

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Disturbi del sonno

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Sonnolenza di giorno

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Dolori muscolari / articolari

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Infiammazioni frequenti

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Irritabilità

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Cattiva digestione / gonfiore

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Cellulite

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Ritenzione idrica

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Crampi

Si

No

Si

No

Si

No

Si

No

Totale

5

5

4

6

2

8

0

10

Date

 gennaio

febbraio

marzo

aprile


 

 

 

 

 

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page